Come sicuramente saprai Youtube ci mette a disposizione diversi strumenti per aiutarci a migliorare il canale, ad aumentare il pubblico e ad interagire con esso. Uno di questi che inevitabilmente avrai visto sono le annotazioni.

Queste sono grafiche che appaiono in sovrimpressione in certi momenti del video (o per tutta la sua durata volendo) e che di solito hanno queste funzioni:

  • specificare un concetto espresso un po’ alla leggera nel Video
  • mandare l’utente verso altri contenuti, magari menzionati nel video
  • correggere errori detti mentre si riprendeva
  • mandare i visitatori all’esterno di Youtube, come ad esempio sul nostro sito.

Se hai un canale su YouTube non c’è dubbio che tu debba iniziare ad usarle. Oggi vediamo come crearle e scopriamo i diversi tipi che abbiamo a disposizione, con anche le diffetrenze.

Per prima cosa, anche se abbastanza ovvio, dobbiamo aver caricato il Video all’interno del nostro canale. Se non ti ricordi come si fa o non lo hai mai fatto, vai a vedere questo mio video.

Una volta che il video è online, all’interno della dashboard selezioniamo Gestione Video. Si aprirà la schermata con tutti i nostri lavori caricati. Una volta qui, troviamo il video nel quale vogliamo aggiungerle e a destra di modifica, troviamo una freccia che apre un menu a tendina. Ci sono tante opzioni, ma quella che ci interessa oggi sono appunto le annotazioni.

Selezionandola si aprirà questa schermata

Annotazioni Youtube

Come vedi abbiamo il video e sotto di esso la sua timeline. La linea rossa ci aiuta a selezionare il momento esatto in cui vogliamo far apparire la nostra annotazione. Non ti preoccupare se non riesci qui ad essere troppo preciso, vedremo tra un attimo come sistemare in maniera super precisa l’esatto istante in cui farla apparire.

Bene, selezionato il momento esatto, non ci resta che cliccare in alto a destra dove dice ‘Aggiungi annotazione’ e nel menu a tendina che si apre scegliere quale tipo vogliamo. Ce ne sono 5 (per il momento, le cose potrebbero cambiare in futuro ovviamente), e il modo migliore di vederle è di dividerle in due categorie.

Annotazioni2

FUMETTO, NOTE E TITOLI

Questo tipo di annotazioni sono perfette per chi vuole aggiungere testo ad un video per specificare qualcosa, per chiarire, correggere un errore o linkare  ad una pagina esterna in aree nelle quali nel montaggio non avevamo predisposto nulla dal punto di vista grafico. Quello che intendo è che questo tipo di annotazione è adeguato come elemento grafico a se stante, a differenza dell’altra tipologia che vedremo tra poco.

La scelta tra i 3 è soggettiva e va a gusti, con l’unica differenza che i titoli sono gli unici che non permettono di aggiungere link esterni, come vedremo tra poco.

Una volta scelto il tipo, nella parte in basso possiamo scegliere il testo, il font, i colori sia delle scritte che dello sfondo eccetera. Il mio invito è quello di sperimentare con i vari tipi e vedere quale preferisci.

VIDEO DEL MOMENTO ED ETICHETTE

A differenza dell’altro tipo, i video del momento ed etichette sono adatti quando abbiamo grafiche create nella fase di montaggio del video che vogliamo contornare. Non essendo nate per lo scopo primario di aggiungere testo, è abbastanza chiaro in questo caso che serviranno per linkare ad altri video, all canale o al tuo sito.

Lo scenario migliore in cui usarle è quando alla fine del video abbiamo delle chiamate all’azione sotto forma grafica all’interno del sito, come ad esempio un altro video suggerito piuttosto che un invito ad iscriversi al canale. Se abbiamo creato queste grafiche a computer, sarà bene usare questo tipo di annotazione per evidenziarne la funzione.

TIMING E LINK

Indipendentemente dal tipo che sceglierai, la cosa in comune è che sotto possiamo impostare due fattori molto importanti: l’esatto timing e il link (a parte che per i titoli).

Cliccando sulle frecce poste a fianco di Inizio e fine possiamo impostare in maniera precisa il momento in cui farla apparire.

Infine sotto mettendo la spunta su inserisci link possiamo aggiungere dei collegamenti. Attualmente Youtube ci consente di linkare a:

  • un altro Video
  • al nostro Canale
  • a una playlist
  • a un profilo di Google+
  • alla pagina di iscrizione Canale
  • progetto di Crowdfunding
  • Merchandising
  • Sito web associato

Vorrei soffermarmi sull’ultimo punto, visto che gli altri sono abbastanza facili da capire. Se hai un sito e stai usando YouTube come fonte di traffico, è fondamentale inserire annotazioni che inviino i visitatori al tuo sito o landing page. Il modo per farlo è appunto questo. Prima di poterlo fare però, YouTube ci chiede di verificare l’account nelle impostazioni attraverso uno dei modi consigliati. In uno dei prossimi tutorial vedremo come fare.

Per concludere una nota importante: tutto ciò di cui ti ho parlato oggi funziona solo quando gli spettatori visualizzazioni i tuoi lavori da un PC desktop. Se lo fanno da uno smartphone o tablet, non appariranno. YouTube ha inserito le schede già da un pò, che si visualizzano anche da mobile, ma non hanno le stesse funzionalità.

Quindi se vuoi inserire informazioni importanti forse meglio farlo in post produzione mentre monti il video.