Hai fatto l’accesso al tuo canale e hai scoperto che non puoi più inserire link esterni al tuo sito o landing page dalle schede e dalla schermata finale, anche se l’hai collegato correttamente tramite la procedura guidata? Tranquillo, non sei solo. E c’è la soluzione. Ma prima cerchiamo di capire cosa è successo.

Se non sai cosa sono le schede e la schermata finale puoi scoprirlo leggendo gli articoli e i video che ho creato tempo fa. In poche parole sono elementi grafici che possiamo inserire nei nostri video per inserire link ad altri video, playlist e ovviamente al nostro sito collegato. Il grosso vantaggio che hanno sta nel fatto di essere visualizzatili e cliccabili anche da dispositivi mobile. Siccome in molti canali le visualizzazioni su dispositivi mobile supera il 60%, è importante inserirle specialmente se utilizzi YouTube per lead generation, ossia per portare gli spettatori dei tuoi video verso il tuo sito o landing page.

Non solo, inserendo link ad altri video, aumentiamo il tempo di sessione e quindi miglioriamo il posizionamento dei video. Quindi come avrai capito ti consiglio vivamente di farne uso. Purtroppo molti canali hanno preso questa funzionalità e l’hanno usata per scopi non proprio leciti agli occhi di YouTube. In molti inserivano link al proprio sito, ma poi con una funzione di redirect rimandavano ad altri siti. Se poi gli utenti facevano acquisti su questo secondo dominio, al proprietario del canale arrivava una commissione.

Insomma c’era una discrepanza tra quello che il creatore indicava a YouTube come proprio sito e quello su cui effettivamentente atterravano. E questo non gli piace per niente.

Non solo però: troppi canali ancora utilizzando materiale coperto da copyright senza detenerne i diritti o il consenso da utilizzarli per i loro video. Quindi YouTube ha deciso di correre ai ripari e trovare una soluzione. Siccome inserire un link al proprio sito o landing page è uno strumento molto molto potente (e ti consiglio di dare un occhiata alla sezione analytics del tuo canale per aver conferma del loro funzionamento) da oggi in poi solo chi rispetta appieno le norme della community e non utilizza materiale coperto da copyright potrà utilizzare link al proprio sito.

Quindi come fa Youtube per assicurarsi che un canale rispetti queste condizioni? Semplice. “Obbligandoci” ad attivare la monetizzazione. Perché? Perché chi attiva la monetizzazione, diventando quindi partner, deve rispettare in maniera molto più precisa le norme della community e la politica sul copyright. Pena rimozione dei video e potenzialmente la chiusura dell’account.

Come vedrai negli altri miei tutorial questa procedura è molto semplice e veloce. Sono pochi step e l’intero processo richiede pochi minuti. L’unica cosa che può richiedere più tempo è la verifica dell’account Adsense che sarà collegato al canale, ma con molti miei clienti ho notato che anche prima della effettiva verifica è già possibile continuare ad inserire link.

Una nota importante, vista la disinformazione che ho notato sui social: i link inseriti nelle schede e schermate finali prima di questa modifica continueranno a funzionare. La nuova politica di YouTube non è retroattiva. Sarà così solo per i video che andrai a lavorare da oggi in poi.

Nel video spiego tutto nel dettaglio. Buona visione! 😉